Tu sei qui

Regolamento di plesso

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

ISTITUTO COMPRENSIVO “G.M. SACCHI” –
SCUOLA PRIMARIA PIADENA

Anno Scolastico 2017/18

REGOLAMENTO DI PLESSO

Vigilanza sugli alunni 

Di norma, i genitori accompagnano gli alunni fino all’ingresso della scuola, dove sono accolti da un collaboratore scolastico.

L’intervallo e le attività del dopo-mensa potranno essere effettuati nelle aule, nei corridoi o nel cortile della scuola sotto la sorveglianza dei docenti e, per quanto riguarda l’intervallo, anche dei collaboratori scolastici in servizio.

Durante i cambi di classe dei docenti gli alunni che rimangono senza sorveglianza, per il tempo strettamente necessario, sono tenuti a rimanere seduti al loro posto e ad attenersi scrupolosamente alle direttive degli insegnanti.

Nel caso in cui il docente concluda il proprio orario di servizio alle ore 10:30, affida gli alunni al collega dell’ora successiva. Anche in questo momento viene richiesto l’intervento dei collaboratori scolastici, qualora ne sia sentita l’esigenza.

Nei giorni in cui si effettua il servizio mensa, gli insegnanti che terminano il loro servizio alle ore 12:30 affidano gli alunni che usufruiscono del servizio al collega, secondo modalità concordate all’inizio dell’anno scolastico, ed accompagnano gli altri all’uscita.

Agli alunni è richiesto il massimo rispetto degli orari d’ingresso a scuola. In caso di ritardo, l’alunno viene comunque ammesso in classe anche se privo di alcuna giustificazione scritta da parte dei genitori. In tal caso il ritardo viene annotato sul registro di classe e viene richiesta ai genitori una giustificazione scritta attraverso il libretto scolastico. In caso di ritardi ripetuti, un insegnante della classe contatta telefonicamente la famiglia ed informa il Dirigente Scolastico.

In caso di assenza, di entrata posticipata o di uscita anticipata dell’alunno, i genitori (o chi ne fa le veci) sono tenuti a compilare l’apposita sezione del libretto scolastico.

L’uscita degli alunni, stabilita alle 12:30 e alle 16:00, è preceduta di 5 minuti dal suono della campanella per consentire alle classi di prepararsi in modo ordinato all’uscita. 

Dopo l’uscita degli alunni dall’edificio scolastico cessa qualunque responsabilità degli insegnanti in ordine alla loro vigilanza.

Gli alunni che si recano a casa da soli o mediante lo scuolabus escono dal portone principale dell’edificio sotto la sorveglianza di un collaboratore scolastico.

Nel caso in cui non dovesse essere ancora presente lo scuolabus davanti alla scuola i collaboratori scolastici trattengono gli alunni che usufruiscono del servizio di trasporto fino all’arrivo dello scuolabus. La sorveglianza dei suddetti è garantita dai collaboratori scolastici o da personale del Comune.

Gli alunni che si recano a casa accompagnati dai genitori o da persone da essi delegate vengono accompagnati dagli insegnanti nel cortile interno della scuola in zone distinte per classe e consegnati ai rispettivi genitori. L’ingresso e l’uscita dei genitori e dei bambini avviene attraverso il portone di Via Dosso.

Gli insegnanti, per quanto riguarda l’uscita degli alunni, si atterranno alle disposizioni fornite dai genitori all’inizio dell’anno scolastico mediante gli appositi moduli.

Ogni variazione dovrà essere preventivamente comunicata per iscritto sul libretto scolastico.

I genitori devono ritirare i figli dalla scuola con puntualità. In caso di ritardo verrà data comunicazione al Dirigente Scolastico e, nei casi di particolare gravità, verranno informate le forze dell'ordine.

La mensa

La scelta da parte dei genitori di fruire del servizio mensa ne comporta la frequenza.

I bambini, accompagnati in mensa dai docenti,  si siedono al tavolo prestabilito.

La mensa costituisce un momento educativo finalizzato soprattutto a favorire la socializzazione e l’adozione di comportamenti corretti, nel rispetto di regole ben precise:

  • rispettare il posto periodicamente concordato;
  • non correre;
  • non gridare, ma usare un tono di voce moderato;
  • stare composti;
  • mangiare educatamente;
  • non portare giochini, biro, libretti o altro materiale;
  • adempiere a incarichi assegnati;
  • non chiedere di uscire dalla mensa se non in occasione di casi urgenti ed assolutamente necessari;
  • rispettare le persone, le cose e l’ambiente;
  • prima di uscire, attendere indicazioni dell'insegnante e riordinare la propria postazione.

Modalità  di comunicazione Scuola-famiglia

Di norma, le comunicazioni, tramite il libretto, il diario o appositi moduli, vengono date alle famiglie con cinque giorni di anticipo; in caso di urgenze gli insegnanti avvisano i genitori con la maggior tempestività possibile. Dopo cinque giorni le comunicazioni alla famiglia vengono considerate lette anche se non sono firmate.

Per le uscite a piedi sul territorio si chiederà ai genitori un’autorizzazione generale ad inizio anno scolastico.

Modalità  di comunicazione tra insegnanti.

Le circolari e le comunicazioni che interessano i docenti sono date loro in visione dall’insegnante responsabile di plesso anche tramite i collaboratori scolastici. Gli insegnanti le restituiscono nel più breve tempo possibile o le passano ad altra classe. Le comunicazioni poi restano a disposizione, ordinate in appositi raccoglitori collocati su un banco sistemato sul ballatoio del primo piano dell’edificio scolastico. Tutti i docenti sono tenuti a prenderne visione ed apporre la propria firma.

Gli insegnanti sono informati con tempestività dalla segreteria di eventuali spostamenti, trasferimenti o nuove iscrizioni di alunni.

Uso dei materiali

Chi preleva libri dalla biblioteca di plesso è tenuto a registrare il ritiro e la consegna su un apposito quaderno.

Gli insegnanti possono avvalersi dell’aiuto dei collaboratori scolastici per prelevare e ricollocare libri e materiali didattici.

Uso della fotocopiatrice

La fotocopiatrice è uno strumento che viene utilizzato sia per scopi didattici e di progetto, sia per rispondere alle esigenze di compilazione della modulistica richiesta dalle procedure del Sistema Qualità. I docenti e i collaboratori scolastici si impegnano a distinguere su un apposito quaderno le fotocopie in base alla loro tipologia (didattica – progetti – modulistica).

L’uso della fotocopiatrice è consentito ai collaboratori scolastici ed agli insegnanti.

Utilizzo degli spazi comuni.

L’utilizzo delle aule comuni (aula accoglienza alunni e attività a classi aperte – sala polivalente – laboratorio lettura,L.A.R.S.A., video – laboratorio di informatica) va prenotato dagli insegnanti attraverso un foglio affisso sulle relative porte.

Il giardinetto della ex scuola dell’infanzia verrà utilizzato per svolgere attività legate al laboratorio di educazione ambientale e altre attività didattiche.

Per l’utilizzo della sala polivalente verrà compilata una tabella con i vari orari.

Il salone polivalente del piano terra, inoltre,  potrà essere usato per l’accoglienza degli alunni del tempo pieno (al mattino, dalle ore 8 alle ore 8:30), per lo svolgimento di attività musicali e teatrali e per incontri con esperti esterni, nel rispetto delle attività didattiche in corso nelle classi adiacenti.