Tu sei qui

Patto educativo di corresponsabilità

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

(art. 5 bis. D.P.R. N° 235 del 21.11.2007)

SCUOLA DELL’INFANZIA

La scuola è l’AMBIENTE EDUCATIVO di apprendimento in cui si promuove la formazione di ogni alunno attraverso l’interazione sociale in un ambiente positivo e sereno.Alla base delle regole del convivere ci deve essere una buona collaborazione tra scuola e famiglia .Per questo l’obiettivo della scuola è di costruire un’alleanza educativa con i genitori.Non si tratta di rapporti da stringere solo in momenti difficili, ma di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e si supportino
vicendevolmente nelle comuni finalità educative.

Nasce per questo la richiesta di stipulare il PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’,
(ART.5 BIS D.P.R. n. 235 del 21.11.2007)

FINALITA’ DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA:

  • Progettare percorsi formativi di successo nel rispetto delle capacità e delle potenzialità di ogni
  • alunno;
  • Garantire lo svolgimento regolare delle lezioni;
  • Garantire la trasparenza e il miglioramento continuo del sistema;

I DOCENTI SI IMPEGNANO A:

  • Creare un clima sereno e rassicurante, positive relazioni interpersonali e promuovere momenti
  • d’ascolto;
  • Favorire l’accettazione dell’altro, nonché l’integrazione scolastica di tutti gli alunni e la
  • solidarietà ;
  • Rispettare i tempi ed i ritmi dell’apprendimento;
  • Far acquisire una graduale consapevolezza delle proprie capacità per affrontare con sicurezza i nuovi apprendimenti;
  • Elaborare una progettazione didattica e relazionare sui risultati raggiunti;
  • Essere a disposizione dei genitori negli incontri istituzionali o qualora sorgessero esigenze particolari;
  • Assumere un comportamento ed utilizzare un linguaggio adeguati all’ambiente educativo;
  • Avvisare i genitori se il bambino presenta sintomi di malessere fisico invitandoli a riportarlo a casa;
  • Avvisare i genitori se il bambino si fa male;
  • Garantire il diritto alla privacy.
  • Docenti e Genitori si impegnano ad educare i bambini e ad abituarli a :
  • Conoscere e rispettare le regole;
  • Rispettare il materiale proprio, altrui e della scuola;
  • Portare a scuola solo il materiale richiesto per le attività didattiche;
  • Usare un linguaggio consono ad un ambiente educativo nei confronti dei docenti, dei compagni e del personale ausiliario (salutare, rispondere al saluto, chiedere per favore, ringraziare e chiedere scusa );
  • Parlare a bassa voce e non interrompere le conversazioni ma attendere il proprio turno;
  • Rispettare le persone (non alzare le mani, non sputare, non dare calci in nessuna circostanza, neanche nel gioco) ;
  • Riordinare i giochi, non lanciarli e non portarli alla bocca ;
  • ­Trascorrere un sereno momento del pranzo con semplici regole:
  • Parlare a bassa voce
  • Restare seduti
  • Usare le posate in modo corretto
  • Non lanciare cibo
  • Non rovesciare l’acqua di proposito

I GENITORI SI IMPEGANO A:

  • Riconoscere il valore educativo della scuola instaurando un positivo clima di dialogo , nel rispetto delle scelte educative e didattiche ;
  • Conoscere la proposta formativa della scuola e collaborare a una costruttiva azione educativa;
  • Rispettare e far rispettare ai propri figli le norme, gli orari, l’organizzazione della scuola;
  • Prelevare l’alunno al termine delle lezioni o delegare una persona che si assuma la responsabilità di farlo;
  • Evitare la visione dei programmi televisivi con contenuti violenti che inducono ad atteggiamenti aggressivi ( programmi non adatti ai bambini);
  • Rispettare delle norme igienico sanitarie:
  • Se il bambino ha avuto la febbre, deve rimanere a casa almeno un giorno e comunque fino a completa guarigione
  • Tenere a casa il bambino che presenta sintomi di vomito o disturbi gastrointestinali
  • Avvisare gli insegnanti se il bambino si è procurato lesioni o ematomi in orario extra scolastico
  • Se il bambino presenta tosse insistente senza febbre fargli frequentare solo il turno antimeridiano ( fino alle ore 13,30 ).

IL PERSONALE NON DOCENTE SI IMPEGNA A:

  • Essere puntuale e svolgere con precisione il lavoro assegnato;
  • Conoscere l’offerta formativa della scuola e realizzarla, per quanto di competenza;
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra le componenti presenti nella scuola (alunni, genitori, docenti );
  • Osservare le norme di sicurezza;
  • Occuparsi al meglio dell’igiene dell’ambiente scolastico;
  • Garantire il diritto alla privacy.